06 feb 2011

LA BATTAGLIA ISLAMICA E LE RIFLESSIONI MANCANTI DA PARTE DEI MUSULMANI E NON

"Durante una battaglia(PROBABILMENTE  A  TEBUK) contro i nemici dell'Islam che volevano sterminare i musulmani, uno di questi ferì e gettò a terra un uomo e stava per ucciderlo con la sua spada, quando quest'uomo alzò l'indice della mano destra e pronunciò la shahada (Testimonio che non c'è altra divinità all'infuori di Allah...), ma il musulmano lo uccise lo stesso. Il profeta Mohammed, pace e benedizioni su di lui, gli disse: "Perchè lo hai ucciso? Ha dato shahada, quindi era un tuo fratello nell'Islam e tu lo hai ucciso?? COSA RACCONTERAI AD ALLAH NEL GIORNO DEL GIUDIZIO?" Il musulmano rispose: "O Inviato di Allah, ha dato shahada solo per paura, solo per non essere ucciso." E lui, saws, gli disse: "E cosa ne sai tu? SOLO ALLAH TAALA CONOSCE I CUORI E LE INTENZIONI DEGLI UOMINI...COSA RACCONTERAI ORA NEL GIORNO DEL GIUDIZIO??"  Riportato da 10 Ebu Davud, “Sunen”, hadis 336;  riporta anche  Ibnu Mad`e, hadis 572; vedere anche  “Nejlul-Evtar”: 1/323.

Ora amici miei e non, “convertiti” , veri convertiti e musulmani di nascita è arrivato il momento di  riflettere su questo hadis o il fatto realmente accaduto a quei tempi. La mia intenzione non è quella di mettere in dubbio il fatto accaduto. Entrambi hanno ragione, sia il profeta Muhammad s.a.v.s. quando disse che Allah sa meglio di tutti ma anche Ashaba cioè il compagno che disse che il soldato nemico ucciso   ha pronunciato per paura e per  salvarsi  la vita. Poniamoci qualche domanda. Come è possibile che proprio nell’ultimo momento questo soldato nemico che prima era partito con intenzione di sterminare tutti musulmani e poi visto il fallimento della sua intenzione si è pronunciato proprio nell’ultimo momento Shehadet? Se lo sapeva già dapprima, perché non lo ha pronunciato prima di andare in battaglia e magari disertare verso il profeta Muhammad s.a.v.s. ? Come è possibile nel giro di 10 oppure 15 secondi quanto dura il pronunciamento, cambiare così improvvisamente la fede? Nemmeno la fuga di Magdi Allam verso il Cattolicesimo non è avvenuta nel giro di 10, 15 secondi ma ci vollero parecchi anni o come sostiene lui  il suo percorso iniziò da quando aveva 4 anni. Solo due categorie di persone possono cambiare nell’ultimo momento la religione senza nessuna profonda coscienza. Prima categoria sono le persone ritardate ma molto ritardate mentalmente e che non si rendono conto e la seconda categoria  sono gli opportunisti che per gli scoppi personali sono disposti a tutto nell’ultimo momento. Nemmeno mia moglie si era convertita all’Islam dopo 10, 15 secondi ma ci vollero 7 anni per stabilizzare la propria fede, cioè quella islamica. Al di là della religione, anche per cambiare tipo di lavoro bisogna informarsi quanto tanto, cioè, le condizioni di lavoro, la paga, rapporto fra capi o responsabili con gli operai\dipendenti e varie ma ancora devo sentire che qualcuno ha cambiato lavoro improvvisamente senza nessuna conoscenza cosa lo aspetta dall’altra parte. Allora, L’ISLAM E’ LOGICA e sfruttiamo  questa logica come si deve e non solo quando fa comodo. Se bastasse per entrare in Dzennet (paradiso) solo  pronunciare   Shehadet allora perché Allah ci ha ordinato anche la preghiera, digiuno, zekat, hadzdz e dzihad fi se bilillah? Certo che non è bello sospettare la fede degli altrui perchè anche il profeta Muhammad s.a.v.s. disse che: non sono stato inviato per aprirvi i petti ma per portarvi il messaggio di Allah  ma certe persone con il loro discorsi e comportamenti ti costringono a dubitare sulla loro fede. Ci è già capitata l’esperienza non molto bella con questa persona mandata come la spia e Allah ci è testimone e da allora i nostri dubbi verso gli italiani convertiti all’islam, non tutti ma 95%, incominciarono che persino mia moglie è arrivata a scrivere il libro. Spero che questo post faccia riflettere a tutti senza distinzione di razza, religione, sesso e schieramento politico. Auguri e buona rilettura.

2 commenti:

Luciano Cabrini ha detto...

In battaglia Ali vinse un nemico, un meccano di cui non ricordo il nome e stava per ucciderlo,allora il meccano gli sputò in volto, Ali allora lo risparmiò e rispose alla domanda del vinto guerriero in questo modo:"Se ti avessi ucciso avrei commesso un omicidio perchè il mio nafs era colmo di odio,risparmiandoti sono rientrato nella volontà di Allah Taala"!
Allora il vinto guerriero pronunciò la Shaada e si fece mussulmano!

muamer ha detto...

Allora, il vinto guerriero che pronunciò la Shehada come faceva saperlo? Non ho ancora sentito che qualche soldato serbo durante la guerra in Bosnia dopo la cattura da parte nostra si era convertito all'Islam. BOH, CHE DIRTI.

http://www.youtube.com/watch?v=fftLEhWCBDI SI VEDONO I SOLDATI SERBI CATTURATI.