05 set 2009

Vergognoso silenzio della stampa europea



Stupisce come tutta la stampa europea, pronta a riempirsi di titoloni per le traversie del Dalai Lama (che vorrebbe tornare a fare il feudatario del Tibet aguzzino dei contadini tibetani e delle loro mogli e dei loro figli) o per gli arresti domiciliari alla ineffabile agente della Cia in Birmania signora Aung che ha avuto la tracotanza di ricevere nella sua abitazione un nuotatore "americano" portatore di un messaggio onirico inviatogli dagli Dei di oltre atlantico ...) non dica una sola parola, non esprima una opinione, si limiti al massimo a registrare con caratteri piccini piccini la polemica tra Svezia e Israele.Naturalmente fa eccezione il glorioso giornale svedese, alfiere di libertà nella libera Svezia educata alla civiltà ed alla umanità da oltre un secolo di socialismo che ha inciso profondamente nella coscienza del popolo facendone una nazione veramente civile
E se la rottamazione dei palestinesi e la loro riduzione in organi da espiantare e vendere fosse vera come gridano inutilmente, nel silenzio assordante del mondo, le madri palestinesi?
La stampa occidentale ha la bocca tappata. Se qualcuno sgarra viene subito etichettato come antisemita e, se è giornalista, viene lasciato morire di fame con la sua famiglia dal momento che nessun giornale dal Corriere della Sera al Figarò di Parigi vorrebbe nella sua redazione un "antisemita" ...Lo stesso silenzio assordante circonda le mille bombe nucleari di Israele mentre viene contestato al pacifico Iran che non ha MAI aggredito nessuno (a differenza di Israele) il proposito di dotarsi di energia e forse di bombe nucleari ...


http://wwwjanuacoeli.blogspot.com/2009/09/vergognoso-silenzio-sella-stampa.html
Vergognoso silenzio della stampa europea

Nessun commento: