29 lug 2009

la censura della stampa italiana...

IERI HO PUBBLICATO L' INTERVISTA CHE MI E' STATA FATTA  PER IL SITO www.babelmed.net  COSì COME L' HANNO PUBBLICATA LORO.

OGGI VI PUBBLICO COME SAREBBE L ' INTERVISTA ORIGINALE... DA QUI SI PUO' NOTARE TRANQUILLAMENTE COME LA CENSURA IN ITALIA FUNZIONI... LE STESSE COSE DETTE IN BOSNIA NON HANNO SUBITO CENSURE...

Rispondere a questo è complicato, non perchè non lo so, ma perchè sono talmente tante le cose da elencare che lo spazio è troppo breve! Prima cosa su tutte a differenza di quello che tutti pensano è che l ' islam da molto valore alla donna e alla famiglia, e tratta la donna con rispetto proprio per il ruolo che ricopre al suo interno. Prima di diventare musulmana ero sempre insoddisfatta di tutto quello che facevo, mi sembravava sempre che mi mancasse qualcosa.... Invece adesso A-amdullillah è tutto diverso!

  1. Sono sicura al 100% anzi potrei anche mettere la mano sul fuoco, e ci tengo prorpio a precisare ad ogni persona che mi pone questa domanda, che lui è stato solo un acceleratore per la mia scelta, ma in realtà il mio percorso è iniziato già quando avevo 15 anni rifiutandomi di ricevere il sacramento della Cresima, perchè non mi convinceva. Solo che quando ero giovane io non c'era internet e quindi la ricerca su un altra religione era un po' più complessa.

  2. La questione non va posta sul giusto o no che sia la donna a “ preferire” la religione islamica, ma secondo me ci sono uomini che si convertono ma è più difficile vederlo, mentre se è una donna a convertirsi si vede perchè sicuramente durante il suo percorso di “conoscenza islamica” prima o poi indosserà il velo e quindi è più riconoscibile, mentre un uomo se non lo dice nessuno lo sa.

  3. Per me il Sacro Corano e l' islam rappresentano la mia “fortuna”. Mi spiego meglio il Corano è un misto di scienza, filosofia, logica, e diritto testamentario, quindi di conseguenza seguendo le religione islamica si seguono anche le leggi epsresse nel Corano, ecco perchè tanti pensano o lamentano come dice lei, il fatto che sia un Codice Civile che invade la sfera privata, perchè non si può seguire il Corano e gli insegnamenti che Allah a fatto acendere su di noi, e poi trasgredire la legge. E' come se io le dicessi che ho la ferrari ma non ho i soldi per mantenerla. Praticamente bisogna mettere in pratica quello che si impara, perchè Allah apre il cuore di chi vuole e lo guida sulla retta via...

  4. Beh direi proprio molto difficile, per il mio papà no, lui ha accettato subito senza problemi anche perchè sa come sono di carattere, sono molto forte e nessuno mi fa cambiare idea. Mentre mia mamma e mia sorella fanno ancora fatica ad accettare la situazione, con mia sorella siamo state mesi senza parlarci per questo anzi mi aveva anche offeso pesantemente dicendomi che ero senza dignità perchè indossavo il velo... poi ovviamente non è che alla tv e sui giornali l' Islam sia ben accettato anzi si fa sempre vedere il brutto dell' islam, si da sempre contro e non si fa mai vedere il lato bello della vera spiritualità dell' islam. L' italia razzista al 100% no, preferisco pensare di no, certo è che personaggi come Souad Sbai e Daniela Santanchè non è che contribuiscano a far vedere bene l' islam anzi.... la signora Sbai una volta ha affermato che non ha mai visto una donna musulmana che è felice di portare il velo, ma io mi sono chiesta più volte perchè non viene a dirlo a me questo visto che io il velo lo porto e ne sono orgogliosissima e fiera. E' molto comodo farsi pubblicità alla spese degli altri in un paese dove sono tutti creduloni e basta che dici una cosa alla tv e tutti ci credono potresti anche dire che nevica viola e tutti ti crederebbero, perchè il difetto degli italiani è che non approfondiscono mai niente si fermano solo alla superficialità e all' apparenza. Io dico sempre come la canzone di Giorgio Gaber “io non mi sento italiano ma per fortuna o purtroppo lo sono!” dipende dai punti di vista...

  5. Come disse il nostro Profeta Mohammad “Che della donna non si veda altro che il volto e le mani” quindi il burqua non è prescritto nel Corano anzi è anche dannoso per la salute, ma da una recente ricerca che ho fatto per il mio secondo libro che sto scrivendo, il burqua è una tradizione preislamica e quindi non confondiamo tradizione con religione perchè spesso è facile fare confusione. Sono d' accordo ma solo per il burqua non per il velo.

  6. Ovviamente molto favorevole penso che farebbe bene a tutti conoscere un po' di cultura e religione di altri paesi e non solo quelli che ci assomigliano di più. La paura del diverso genera sempre molti conflitti e questo della Turchia ne è un esempio chiarissimo.

  7. Dunque preciso che la danza del ventre non fa parte dell' islam ma è solo un altra tradizione da non confondere con la religone, Non credo tanto che il desiderio di assomigliare ai coetanei occidentali venga soffocato nel sangue è solo una altro modo di vedere la questione che viene detto in tv, secondo me i giovani sono solo incuriosità da questo “mondo troppo facile” che si vede alla tv, ma poi quando arrivano qua dopo un po' di tempo ritornano alle origini... Che dire sull' Iran sono molto d' accordo con il presidente Ahmedinejad quando dice che “il mondo senza sionismo sarebbe migliore” e poi contro gli Iraniani non posso dire nulla loro hanno aiutato i bosniaci musulamni durante la guerra dei balcani tra cui c'era anche mio marito e non hanno mai chiesto se sono di parte sunnita o sciita li hanno aiutati e basta mentre tutto il resto del mondo stava a guardare Itlaia compresa.

  8. PRECISO INOLTRE CHE EMANUELA FRATE NON C' ENTRA CON LA CENSURA MAA CHI GESTISCE IL SITO....
    leggete l'intervista censurata

2 commenti:

Roberto Achik ha detto...

Assalamu Alaykum,

in effetti prima di pubblicare un'intervista bisognerebbe farla visionare all'autore nella versione definitiva a stampa.

Ma si sa... poi fanno l'albo dei giornalisti e se non hai la tessera ti sanzionano...

A proposito di quanto dici di Souad Sbai, non solo concordo con quanto affermi, ma la considero un'apostasta dell'Islam alla stessa stregua di Magdi Allam.

La Santanché... va beh, lasciamo stare; anche se le va dato il merito - rispetto ai personaggi precedenti - della mancanza d'ipocrisia.
Forse se non avesse il vizio di parlare senza ascoltare...

Boh... fantapolitica...

Un saluto.

Roberto Achik
http://muslim.splinder.com

muamera ha detto...

grazie esselamu aleykum a te e benvenuto. Concordo e dico anche che purtroppo c'è chi parla d'islam senza sapere bene cosa sia, proprio perchè parlano ma non ascoltano...
Grazie di essere passato e torna ancora.
selam