06 gen 2009

la mia intervista in bosnia

Si salvi chi può! http://www.preporod.com/interview-rubrike-37/1018-spaavaj-se-ko-moe-.html Domenica, 04 gennaio 2009 09:08 Deborah (Muamera) Callegari Hasanagić e il suo libro. Per il nostro giornale dice Muamera (in precedenza Deborah) Callagari Hasanagić, per noi (bosniaca) nuora,( in bosniaco si dice nuora anche a chi come me porta il nome in giro) che è stato recentemente pubblicato un interessante libro in lingua italiana "LA MIA FUGA VERSO L'ISLAM" Deborah (Muamera) CallegarI Hasanagić, Italijana nata nel 1979, ha trenta anni, sposata con un bosniaco Muamer Hasanagić, è diventata musulmana cinque anni fa. La coppia ha due figli - Aiša di 4 anni e Nasrallah di un anno. Il suo desiderio è che il libro vede la luce anche in lingua bosniaca. Muamera (Deborah) Abbiamo prima chiesto che cosa ha portato ad accettare la sua (o, come lei ha detto "abbracciato"), l'Islam? - Quando avevo solo quindici anni ho rifiutato di fare il cresima come l'ultimo sacramento per il completamento della fede, perché in esso non mi sentivo bene - anche spiritualmente e morale. Da allora inizia la mia ricerca di senso. Suo marito Muamer lo ha incontrato nel 1999. nel 2002, ci siamo sposati e in Bosnia-Erzegovina, la sua patria, per la prima volta in quell' anno. Li, in Bosnia grazie a Dio, per la prima volta ho sentito ezan dal Minareto ... e ho capito che questo è ciò che io stavo attendendo da tutta la vita, così ho finalmente accettato l'Islam il 21 Giugno 2003. ed ho preso il nome (per Allaha, DZ .. L.) Muamera. -
Come i vostri genitori hanno reagito e, naturalmente, parenti? -
Padre mi ha detto che sono grande e sono responsabile delle mie azioni, che non ha nulla contro, perché, ha detto, se è per me va bene e sono fleice è ok . Tuttavia, sorella e madre hanno reagito in modo diverso, quasi nessuno di essi ora accetta questo fatto, ma dopo passato un pò di tempo, credo che siano rassegnati al destino. -
I loro pensieri, i loro atteggiamenti e, in definitiva, la ragione per l'accettazione di Islam sono in un libro "La mia fuga verso l'Islam"? -
Ho deciso di scrivere, il motivo di base è che ho visto che a livello mondiale, soprattutto qui in Italia le persone difficilmente riescono a capire il concetto di Islam, che cosa significa essere musulmano, e in particolare la posizione delle donne donne musulmane. Nel mio libro cerco di sottolineare che la civiltà occidentale e la cultura non è altro che un enorme TITANIK che silenziosamente e piano piano sta andando in fondo al mare, e il mio lo slogan e il mio messaggio è: Si salvi chi può ! -
Può spiegare un po qual' è il suo messaggio? -
Beh, qui, mentre il comunismo demonizzava l' occidente, e lo chiamò "marcio", la gente di Berlino Est fuggiva in Occidente marcio "stomaco per il pane fino a quando il comunismo non ha pagato il prezzo del suo errore o inganno. Il comunismo demonizzava l' Occidente perché sapeva che non può sopportare il gioco economico e il conflitto con l'Occidente, in modo che con la demonizzazione ha cercato di prolungare la vita per se stesso.
Tuttavia, questo tipo di conflitto è superato ma il conflitto di oggi è legato alla religione, civiltà e spirituali-valori morali. Qualcosa di simile sta accadendo e l'Occidente ci sono posizioni diverse. - Su che cosa si pensa in particolare? - Ci sono sempre di più i non musulmani , soprattutto dopo l'11 settembre, che fuggono ,verso la religione, di Ibrahim, in quanto, egli non era né pagano né idolatra, ma puro musulmano, in cerca di spirituale-morale stabilità che il cristianesimo e cultura occidentale non sono in in grado di offrire. In questo caso abbiamo la demonizzazione dell'Islam, anche se molti sono consapevoli del fatto che questo non è altro che ritardare sconfitta che ogni giorno bussa alla porta occidentale. La storia del comunismo è più che sufficiente insegnante. - Che cosa in Bosnia-Erzegovina le è piaciuto particolarmente? - E 'molto, ma vorrei prima ,nominare cevapcici, Burek, carne secca. Sono abituata a bere kahvu ( caffè) bosniaco. Mi piace il vostro mercato, che visito ogni volta che vengo in Bosnia.
Ho anche visitato il rinnovato Ponte Vecchio di Mostar e sono contenta che sia stato "reintegrato alla vita". E non dimenticare di menzionare, che per noi, particolarmente significativo per noi donne, che ho imparato a girare jufke per Pita( pasta sfoglia). Normalmente, non come quelle in Bosnia, ma mi sforzo perchè c'è grande differenza nel materiale. -
E alla fine di questo breve discorso, può dirci se avete desideri speciali? -
Sarebbe particolarmente bello per me che il mio libro venga tradotto in bosniaco, nonché in altre lingue, così ho contribuito a spiegare che l'Islam è la forza che resisterà fino al giorno del giudizio. E Allah è sul lato dei pazienti . Ecco alcuni dei miei blog su Internet per coloro che vogliono mettersi in contatto con me: http://muamera.blogspot.com/,
http://sololislam.blogspot.com/
A.K

1 commento:

Anonimo ha detto...

Ciao carissima. Mi chiamo Marzia e l'islam da un pò di tempo sta entrando in casa mia perché mia madre si sta rifacendo una vita sentimentale con un nuovo compagno che, difatti, è musulmano. Io ho notato che da quando sta con lui, mia madre è molto serena e direi radiosa. Anche perché insieme a lui si sta avvicinando all'islam che ha su di lei un effetto quasi magico direi. Da tempo frequenta un centro islamico e diverse volte aveva cercato di convincermi ad andare con lei, ma io ero molto indecisa, anzi per niente convinta. Ero sicura che mi sarei sentita a disagio. Invece, una volta sono andata con loro e sono rimasta senza parole. Mi son trovata in mezzo a gente cordiale come mai avevo trovato, e anche indossare un semplice velo mi è sembrato così naturale in quel luogo, poiché mi avevano spiegato che era una questione di rispetto verso Allah. E mi sono venute in mente le nostre nonne che quando andavano in chiesa si coprivano il capo con un velo, anche loro per rispetto verso Dio. E ho pensato che in fondo l'islam non è un mondo così diverso. E parlando con il mio patrigno e altra gente mi sto rendendo conto di quanto la religione venga vissuta pienamente dai musulmani. Essa riempie la giornata perché in ogni momento si viene in contatto con Allah tramite la preghiera personale. Ecco questo per me è bellissimo. Mia madre sta pensando seriamente a convertirsi e, anzi, prossimamente vorrebbe cominciare a indossare l'hijab regolarmente. Già adesso quando lo indossa secondo me sta benissimo, ma si limita a metterlo per andare alle riunioni. Quando sarà il momento forse anch'io farò la scelta, perché non posso nascondere che l'islam affascina anche me. Sono felice che esistano siti come questo, perché mi rendo conto di quante ragazze stanno pensando all'islam. Marzia