17 gen 2009

maurizio blondet dice.....

Bello e verissimo specialmente il finale. Non aprire il collegamento se non vuoi vedere una immagine raccapricciante.http://www.effedieffe.com/component/option,com_myblog/show,A-Copertino-e-a-tutti-i-lettori.html/Itemid,272/

In queste ore nelle strade di Gaza ci sono decine di cadaveri in putrefazione, che non possono essere raccolti perchè cecchini israeliani sparano su chi si avvicina. Ci sono feriti e agonizzanti in case e quartieri, che agonizzano senza soccorso per lo stesso motivo.
Il corpo di una bambina è stato divorato da cani.
Gli israeliani, in queste ultime ore e dopo aver abbondantemente costatato la debolissima resistenza del «nemico», hanno dato un segnale all'ONU bombardando un magazzino con centinaia di tonnellate dello scarso cibo da distribuire; impedito alla Croce Rossa il suo storico lavoro di soccorso; sparato un missile sull'edificio dove sono rifugiati i media, uccidendo due giornalisti della Reuters palestinesi (e prima hanno telefonato: siete al sicuro, non c'è pericolo); hanno devastato ospedali, scuole, qualunque struttura che renda possibile la vita. Hanno incenerito ambulanze. Hanno sparato bombe al fosforo e usato altre armi vietate. Hanno violato tutte le norme umanitarie e le convenzioni internazionali di guerra.
Ciò, Luigi, viene fatto deliberatamente; per imprimere nella carne dei palestinesi la nozione di essere sconfitti senza speranza, onde siano annichiliti dentro, perchè smettano persino di gemere mentre sono massacrati.
Nel 2005, il professor Arnon Sofer, docente alla Haifa University, scrisse il programma:
«Quando 2,5 milioni vivono in una Gaza sigillata, questi diventeranno animali anche più grossi di quanto siano oggi, con l'aiuto di un folle Islam fondamentalista. Così, se noi (ebrei) vogliamo restare vivi, dobbiamo uccidere, e uccidere, e uccidere. Tutto il giorno, ogni giorno. Se non uccidiamo, cessiamo di esistere. La sola cosa che mi preoccupa è come ottenere che i ragazzi e gli uomini che dovranno fare questo massacro riescano a tornare a casa, alle loro famiglie, come esseri umani normali».
Il fatto disperante è che noi parliamo troppo, mentre loro massacrano secondo il programma. Una così enorme, inaudita tracotante brutalità omicida ha anche questo scopo, di ammutolire.
Certo che bisogna amare gli ebrei, e precisamente perchè fanno questo. Come dimostrano le frasi del professor Sofar (un docente!), sono cattivi perchè sono malati; e forse sono malati perchè sono cattivi.
Ma quelli che stanno commettendo sotto i nostri occhi sono crimini enormi, vergognosi, violano norme internazionali sottoscritte, configurano un rifiuto della civiltà, esprimono una malvagità intollerabile; e la prima urgente carità – nel loro interesse - è esigere che rispondano di questi crimini, che vengano processati e puniti.
Se a commettere queste atrocità fossero la Svezia o la Spagna, non staremmo qui a sottilizzare, a sentirci obiettare che «Hamas tira i razzi» e cose del genere; tutto il mondo occidentale pretenderebbe l'apertura di un tribunale speciale; e non saremmo costretti a ripetere che non siamo contro «gli svedesi» o «gli spagnoli», ma vogliamo solo la punizione di atti determinati e documentati.
Con la Serbia di Milosevic, l'abbiamo fatto. Il Sudafrica, per un apartheid che non somigliava nemmeno lontanamente a questo sterminio, è stato sottoposto ad embargo per anni. Nessun presidente della repubblica nè presidente della camera verrebbe a ricordarci che la Svezia «deve pur difendersi», e nessuna Annunziata ci vieterebbe di dire che la loro azione è «sproporzionata». L'Italia è stata accusata in Europa per supposte discriminazioni contro gli zingari, figuriamoci.
Tutte queste cautele, tutti questi distinguo riguardosi, tutte questo esame di coscienza cattolico («li sto forse odiando? Devo confessarmi?») non ci sarebbero, se non si trattasse di Israele.
Ora, proprio questi «riguardi» sono quelli che incoraggiano questi malati armati - cattivi perchè malati e malati perchè cattivi - ad insistere nelle loro atrocità; sono certi dell'impunità perciò continuano, e ci intimano persino di tacere, di non protestare, altrimenti siamo «antisemiti», altrimenti «non siamo cattolici» perchè «gli ebrei devono essere amati», e magari «Gesù era ebreo».
Così, mentre noi usiamo riguardi, altri bambini muoiono, altri sono terrorizzati per sempre, altri feriti non possono essere portati in ospedale, altri restano senza cibo, senza cure, senza acqua e senza genitori.
Dunque, coi nostri riguardi, noi siamo complici di stermini e atrocità genocide; partecipiamo alla menzogna omicida, contribuiamo a intorbidare la verità – che è lo stesso che la giustizia.
Se tutta la comunità internazionale avesse minacciato un tribunale internazionale, non continuerebbero a «uccidere, uccidere e uccidere».
Dunque, basta parole, ne ho la nausea. Trattiamoli come tratteremmo gli svedesi, come abbiamo trattato i serbi o i sudafricani: e coloro che li giustificano, siano il rabbino Di Segni o Pacifici o Fini o Napolitano, trattiamoli, senza riguardi, da quel che sono: complici dei delitti contro l'umanità che avvengono oggi, qui, sotto i nostri occhi.
Non vediamo che già ci hanno deformato?
Buoni cattolici, nella chiacchiera che segue ai nostri articoli, badano a ricordarci che «Islam e cristianesimo sono antitetici»; ma qui, perdio, si tratta di centinaia di bambini che vengono volontariamente mutilati e bruciati da bombe atroci, di medici che vengono bersagliati mentre corrono a soccorrere i feriti, in modo deliberato; di civili che vengono sottoposti alla più spietata punizione collettiva, e ciò da anni.
Si tratta di atti bestiali, contrari alla civiltà, che lasciamo avvenire sotto i nostri occhi chiedendoci, in un talk show, se sono «proporzionati».
I cavalieri di Malta, combattenti in Malta assediata, curavano anche i feriti turchi e saraceni. Questo «era» il cristianesimo, questa l'Europa; ce lo siamo dimenticato?
Sui musulmani, quei musulmani, posso dire solo una cosa: ho visto nella trasmissione di Santoro, quel padre che aveva perso otto figli massacrati dagli ebrei; quei poveri uomini che enumeravano parenti e familiari uccisi. Abbiamo sentito il loro pianto disperato, e come dicessero, di quei loro famigliari e figli, che avevano «subìto il martirio»; abbiamo visto e sentito, nel dolore immane, quella povera gente gridare: «Tutti i miei figli sono morti, non mi resta che Allah!».
Chiediamoci, noi «veri» cattolici, magari «tradizionalisti», noi sicuri di avere la «vera» fede, che cosa grideremmo: Dio, lo accuseremmo, lo bestemmieremmo, gli urleremmo in faccia: «Anche Tu mi hai abbandonato!».
E non ci verrebbe in mente di dire che i nostri figli uccisi «hanno avuto il martirio»; ci domanderemmo il perchè, di omicidi senza ragione e senza senso; odieremmo, ma il «martirio» no, è cosa antica, di antichi cristiani, non di noi.
Ebbene, oggi i martiri sono lì; il circo è pieno di cadaveri lacerati, nel loro sangue, per divertire il popolo eletto e placare le sue angosce di colpa; e i sopravvissuti invocano Dio: «Solo Tu mi sei rimasto!».
Questa si chiama fede, signori.
Abbiate paura, «cristiani» che vivete nella paura dei musulmani, perchè – un tempo lo sapevamo – è questa fede che vince, mentre voi e noi, complici, svaniremo per non aver saputo difendere, con la giustizia e la verità, la nostra stessa civiltà.
Maurizio Blondet
(articolo pubblicato il 17 gennio 09)

35 commenti:

caposkaw ha detto...

comunque dato che scrivi, potresti anche rispondere:

"si nasce tutti musulmani poi si viene deviati dai genitori cioè significa che i genitori decidono che tipo di educazione darti,"

....
ma allora se uno viene a contatto con l'islam e non si converte, vuol dire che è un apostata?

allora, è o non è un apostata?

Anonimo ha detto...

Ma allora ti si e' incantato il disco.....
E basta vergognati ....
Trovati un occuopazione.
Non ti sei accorto che non ti
considera piu caro CAPO......

caposkaw ha detto...

ma no!
sono solo curioso!
se continua a tacere vuol dire che acconsente.
indi per cui per gli apostati c'è lo sterminio.
quando sarà possibile ucciderete tutti gli altri italiani, compresi madri padri e fratelli.
è questa la vostra religione di pace?

muamera ha detto...

adesso mi ha proprio stancato allora visto che no ci arrivi, sai che l' apostasia è condannata anche dalla Bibbia, io non son più apostata perchè ho fatto cancellare il mio battesimo emi sono fatta cancellare anche dai registri della curia, quindi non risulto più cirstiana neance dai documenti, il fatto che insista, con la solita domanda fa capire quanto non conosca la propira religione e quell dgli altri...
adios amigo

Anonimo ha detto...

forse se chi scrive nel blog certe continue domande è perchè non sa nemmeno cos asignifica seguire la religione e non sa cosa significa rispettarla, mi sa tanto che c'è lo zampino di vituccio...
selam sorella
fatima

Anonimo ha detto...

cara sorella questo proprio non ci arriva,altro che vituccio....
rompe e basta non è neanche in tema con i post che scrivi...
selam maryam

muamera ha detto...

ho dovuto eliminare alcuni commenti in quanto molto volgari ed ignoranti...
un abbraccio a tutte

Mujahida ha detto...

As salamu aleikum wa rahmatuLlahi wa barakatuhu.

Mi permetto di intervenire, vista la continua insistenza dell'utente "caposkaw".
Il discorso legato alla miscredenza e all'apostasia nell'Islam, è complesso. E certamente non può essere ridotto a poche righe (scritte da chi, come noi, non ha gli studi consoni a dare una risposta completa ed esatta).
Nel caso vi fosse un reale interesse, la disponibilità sarebbe immediata. Ma poichè è palese il suo punto di vista (rispetto alla Religione Islamica e alle "misconceptions" su di essa) ritengo inutile sforzarsi e prodigarsi per tale scopo.

Scusa sorella per l'intrusione! :-)
Wa salamu aleikum wa rahmatuLlahi.

Anonimo ha detto...

Scusate mi fischiano le orecchie.Una piccola precisazione: il capo non é vituccio,cioé io,lui é arrivato qui tramite il commento che hai lasciato da mille e una donna,se vuoi esserne sicura questo é il suo blog:http://www.caffenero.ilcannocchiale.it/

Come vedi Vituccio (a parte averti copiato 2 post)non mette lo zampino dapertutto,e non é il solo a non amare la tua bella religione di pace,ma ce ne sono credimi,ce ne sono...

PS: Capo,scusa eh d'aver dato il tuo blog,magari si fanno un pó di cultura.

muamera ha detto...

come ricordava la sorella mujahida, è un discorso complicato ma a quanto pare non capisce neanche a dirglielo....
grazie sorella le tue intrusioni sono sempre ben acette

Anonimo ha detto...

"acette"

Ma che lingua parli?

Anonimo ha detto...

...
vediamo.
tu dici che non sei più cristiana, perchè c'è un pezzo di carta che lo dice...
ma dici anche di essere musulmana perchè sei "tornata" all'islam, cioè eri una "musulmana inconsapevole"...
allora consideri il cristianesimo una formalità, da cui basta un pezzo di carta per uscire, e non ammetti nessun valore ai sacramenti...
ma se pensi così, che valore ha l'islam?
da un punto di vista esterno, anche l'islam è un assieme di regole e rituali senza senso, come il cristianesimo...
e poi perchè NON ti ritieni apostata? apostata è chi abbandona la religione, e tu abbandonando la religione cristiana lo sei diventata automaticamente.
dato tutto questo discorso:
"si nasce tutti musulmani poi si viene deviati dai genitori cioè significa che i genitori decidono che tipo di educazione darti,"

....
ma allora se uno viene a contatto con l'islam e non si converte, vuol dire che è un apostata?

allora, è o non è un apostata?

caposkaw

muamera ha detto...

vede che non riesce a capire, io ho detto che non sono più cristiana e non risulto più nei registri cristiani, ma non ho detto che basta soloquesto per non essere cristiani, erasolo un esempio di come ci si può togliere dai registri.
Poi se ha guardato anche mie interviste su canale italia, lì ho anche detto che l' apostasia esiste anche per il cristianesimo, forse e lei che non vuole capire...
le consiglio di non far perdere tempo alle persone e se fa queste domande solo per divertirsi beh, ha sbagliato proprio indirizzo qui ci sono persone serie che lavorano e apprezano la serietà delle domande non le prese in giro.

Anonimo ha detto...

é vero che si parla nel Vangelo di Giovanni di come Gesù Cristo abbia parlato della venuta di Maometto dopo di lui come profeta?

Francesca

Anonimo ha detto...

"adesso mi ha proprio stancato allora visto che no ci arrivi, sai che l' apostasia è condannata anche dalla Bibbia,

e chi dice di no?

io non son più apostata perchè ho fatto cancellare il mio battesimo emi sono fatta cancellare anche dai registri della curia,

ma questa E' apostasia. se per caso tu non fossi stata battezzata, non saresti una apostata.
ma essendo diventata musulmana in età adulta, si suppone che perlomeno i sacramenti base della religione cristiana ti siano stati impartiti.

quindi non risulto più cirstiana neance dai documenti, il fatto che insista, con la solita domanda fa capire quanto non conosca la propira religione e quell dgli altri..."

allora consideri il cristianesimo una formalità, da cui basta un pezzo di carta per uscire, e non ammetti nessun valore ai sacramenti...
dai proprio questa impressione.

"vede che non riesce a capire, io ho detto che non sono più cristiana e non risulto più nei registri cristiani, ma non ho detto che basta soloquesto per non essere cristiani, erasolo un esempio di come ci si può togliere dai registri.

allora, sei cristiana o no?

Poi se ha guardato anche mie interviste su canale italia, lì ho anche detto che l' apostasia esiste anche per il cristianesimo, forse e lei che non vuole capire..."

continuo, e chi dice che non esiste l'apostasia per il cristianesimo?

solo che non riesco a trovare il filo logico in questo discorso...
la religione è una cosa seria, si o no?
se lasciare il cristianesimo è apostasia, tu sei apostata (del cristianesimo, ovvio).
ma sembra che dirti questo ti infastidisca?
perchè ti infastidisce?
se invece consideri il cristianesimo una cosa così inutile che basta togliersi da un elenco, non capisco perchè consideri l'islam una cosa così importante.
dall'esterno, le religioni sono tutte uguali.

e continui a non rispondere:
"si nasce tutti musulmani poi si viene deviati dai genitori cioè significa che i genitori decidono che tipo di educazione darti,"

....
ma allora se uno viene a contatto con l'islam e non si converte, vuol dire che è un apostata?

allora, è o non è un apostata?

tendo a ripetere che sono parole tue...
caposkaw

muamera ha detto...

se l risposta la sa già da solo perchè continua a farmi queste domande, io no nho detto e lo ripeto che basta un foglio di carta per non sentirsi cirstiani, era un esempio, non mi infastidisce il fatto di essere apostata per i cristiani era sottointeso che io prima ero cristiana c' è anche scritto nel mio profilo, io non sono più cristiana ma lo sanno tutti c'è scritto in mille modi e si caspisce anche dagli argomenti che tratto nel blgo veda il titolo... forse chi non da valore ai sacramenti e lei che a quanto pare dagiorni fa la stessa domanda,il mio libro parla chiaro il passaggio psicologico tra le due religioni, si informi meglio prima di criticare...
a un altra cosa la lingua che parlo non è una e cioè l' italiano, vedo che lei non capisce io scrivo in italiano e lei si chiede che lingua parlo io parlo ben 5 lingue, e questo fa capire ,molto....
veda di non scrivere sul blog e se deve scrivere scriva commenti riguardo algi argomenti perchè è lei che da l' impressione di non capire...
adios amigo

Anonimo ha detto...

Madonna santa,tu sei un caso raro in via di estinzione.Il fatto che tu parli "cinque" linque a me non mi fà capire un bel niente,anzi,visto che tu vivi in Italia e sei Italiana (sfortunatamente)faresti meglio ad apprendere prima la tua lingua invece di parlarne "cinque",sono già salti mortali per riuscire a capirti in Italiano.

Solo un Bosniaco poteva venirti a cercare nel nostro paese,sennó chi ti prendeva!il terreno era fertile....fertile nel senso negativo eh??

Capo,questa non conosce niente dell'islam,cosa vuoi che ti risponda se non pesce-fritto e baccalà?

Francesca

muamera ha detto...

cara francesca adesso oltre che difendere vituccio o vitozzo o maria come si fa chiamare ti metti pure a difendere anche capo ma voi vi scrivete e poi commentate tutto da soli o c'è qualcuno che ve lo insegna gli altr blog vi hanno censurato io no e quindi venite a rompere da me perchè nessuno più vi ascolta, poi una cosa sarebbe meglio non fare e lo dico per il tuo bene non nominare la madonna se non serve... se vuoi ti poso far scrivere da tutte le persone che mi volevano così magari ti rode ancor di più... se ti rode così tanto no hai pensato che magari è a te che non ti prende nessuno? ti rode eh? l' invidia è una brutta cosa fattela passare ce è meglio...
un altra cosa in montagna non si mangia pesce fritto e baccalà vedi che non ei nanche informata su dove vivo? povera...

Anonimo ha detto...

CAPO VISTO CHE TI PIACE TANTO ESSERE CHIAMATO COSI
VOLEVO CORREGGERMI E DIRTI CHE INVECE DI ESSERSI INCANTATO IL DISCO A TE SI E' INCANTATO PURE IL CERVELLO. Vai a lavorare non perdere tempo qui non c e' posto per te e i tuoi simili.

Anonimo ha detto...

effettivamente, se la lingua madre è l'italiano, lo scrivi in modo bestiale...
comunque, non mi interessa il cosidetto passaggio psicologico da religione A a religione B , ma la risposta:
ma allora se uno viene a contatto con l'islam e non si converte, vuol dire che è un apostata?

allora, è o non è un apostata?
caposkaw

Anonimo ha detto...

ma è solo una domanda, e neanche tanto difficile.
caposkaw

Francesca ha detto...

« Nessuno vi inganni in alcuna maniera, perché quel giorno non verrà se prima non sia venuta L'APOSTASIA e prima che sia manifestato l'uomo del peccato, il figlio della perdizione, l'avversario, colui che s'innalza sopra tutto ciò che è chiamato dio o oggetto di adorazione, tanto da porsi a sedere nel tempio di Dio come Dio, mettendo in mostra se stesso e proclamando di essere Dio» (2 Tessalonicesi, 3-4).

L'APOSTASIA — cioè il rinnegamento della dottrina cristiana — fu ripetutamente profetizzata dagli apostoli: « Or lo Spirito dice espressamente che negli ultimi tempi alcuni apostateranno dalla fede, dando ascolto a spiriti seduttori e a dottrine di demoni, per l'ipocrisia di uomini bugiardi, marchiati nella propria coscienza, i quali vieteranno di maritarsi e imporranno di astenersi da cibi che Dio ha creato, affinché siano presi con rendimento di grazie da coloro che credono e che hanno co-nosciuto la verità. Infatti tutto ciò che Dio ha creato è buono e nulla è da rigettare, quando è usato con rendimento di grazie, perché è santificato dalla parola di Dio e dalla preghiera» (1 Timoteo 4, 1-5).

Lo stesso Paolo, parlando agli anziani di Efeso, profetizzò tempi difficili per la chiesa svelando chiaramente quali ne sarebbero state le cause: «Io so che dopo la mia partenza, entreranno in mezzo a voi dei lupi rapaci, i quali non risparmieranno il gregge, e che tra voi stessi sorgeranno degli uomini che proporranno cose perverse per trascinarsi dietro i discepoli» (Atti 20, 29-30).

Ancora l'apostolo Paolo, scrivendo al giovane Timoteo lo mette in guardia: «Verrà il tempo, infatti, in cui non sopporteranno la sana dottrina ma, per prurito d'udire, si accumuleranno maestri secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità per rivolgersi alle favole» (2 Timoteo 4, 3-4).

L'apostolo Pietro esortò i cristiani ad essere guardinghi perché «pure fra voi vi saranno dei falsi dottori che introdurranno di nascosto eresie di perdizione e, rinnegando il Padrone che li ha comprati, si attireranno addosso una fulminea distruzione. E molti seguiranno le loro deleterie dottrine, e per causa loro la via della verità sarà diffamata» (2 Pietro 2, 1-2).

Anche l'apostolo Giovanni ci mette in guardia dicendoci che « l'anticristo deve venire e fin da ora sono sorti molti anticristi; da questo conosciamo che è l'ultima ora. Sono usciti di mezzo a noi, ma non erano dei nostri, se fossero stati dei nostri, sarebbero rimasti con noi; ma ciò è accaduto perché fosse palesato che non tutti sono dei nostri ... Chi è il mendace se non colui che nega che Gesù è il Cristo? Costui è l'anticristo, che nega il Padre e il Figlio. Chiunque nega il Figlio, non ha neanche il Padre; chi riconosce il Figlio, ha anche il Padre» (1 Giovanni 2, 18-19.22-23).

Ancora più avanti egli scrive: «Ogni Spirito che non riconosce che Gesù Cristo è venuto nella carne, non è da Dio; e questo è lo spirito dell'anticristo che, come avete udito, deve venire; e ora è già nel mondo. Voi siete da Dio, figlioletti, e li avete vinti, perché colui che è in voi è più grande di colui che è nel mondo. Essi sono dal mondo; per questo parlano di cose del mondo e il mondo li ascolta. Noi siamo da Dio; chi conosce Dio ci ascolta; da questo riconosciamo lo Spirito della verità e lo spirito dell'errore» (1 Giovanni 4, 4-6).

Da tutti questi passi si desume chiaramente che il ritorno di Cristo sarà preceduto da una GRANDE APOSTASIA, che era già all'opera mentre erano ancora viventi gli apostoli, ma che rag-giungerà il suo massimo culmine quando l'avversario, l'ANTICRISTO, si porrà egli stesso al posto di Dio e si proporrà al mondo come Dio.

kritrento64 ha detto...

sono finiti i commenti siccome non sono pratica vorrei sapere da questi sapienti se le pagine continuano all
infinito o si possono fermare qui.
grazie

AMINA ha detto...

As-salam alaykoum sorella Muamera...

Ammazza e come copia-incolla bene sta demente di vitozza!! ( la minuscola è voluta).
Si vede che l'ignoranza si estende oltre che al fratello!!

L'apostasia è la "rinnegazione" della propria religione, specie di quella cattolica (che a quanto risulta è MOLTO ignorata e sconosciuta per questi cattolici stessi).

L'indiano chiede da tempi immemorabili:
"ma allora se uno viene a contatto con l'islam e non si converte, vuol dire che è un apostata?"

Mi sembra logico e chiaro che "se non ti converti", non rinneghi nulla, quindi non sei apostata, sempice no? O fai l'indiano???

Un bel Zingarelli nelle proprie case farebbe fare meno figuracce...

Sorella Muamera: ma perchè lasci tanto spazio a chi vuol perdere solo tempo? E' chiaro che senza di noi i loro spazi sarebbero moooooolto ampli, vuoti e solitari.
Il tasto per cancellare le loro eresie demenziali ce l'hai: vai di falangetta, sorè!!

Mi piace vitozza che dice:
"Solo un Bosniaco poteva venirti a cercare nel nostro paese,sennó chi ti prendeva!il terreno era fertile....fertile nel senso negativo eh??"

Almeno a te un Bosniaco (con tutto rispetto per tuo marito) ti è venuto a cercare nel TUO Paese...e lei? che ha dovuto espatriare con tanto di vitozzo al seguito per cercare chissàcchè??(..mmhhh...o li han cacciati?)...(^_^)...

Ti abbraccio sorè e ripeto: VAI DI FALANGETTA SUL "CANCEL"!!!
Salam wa ramhatullah sorella Muamera.

muamera ha detto...

grazie amina bella e te lo dico in bosniaco hvala puno, sia mai che qualcuno capisca...
ci sentiamo sor

caposkaw ha detto...

L'apostasia è la "rinnegazione" della propria religione, specie di quella cattolica (che a quanto risulta è MOLTO ignorata e sconosciuta per questi cattolici stessi).

L'indiano chiede da tempi immemorabili:
"ma allora se uno viene a contatto con l'islam e non si converte, vuol dire che è un apostata?"

Mi sembra logico e chiaro che "se non ti converti", non rinneghi nulla, quindi non sei apostata, sempice no? O fai l'indiano???


comunque la risposta gliela da io anhce se so che tanto non sarà contento, si nasce tutti musulmani poi si viene deviati dai genitori cioè significa che i genitori decidono che tipo di educazione darti

mi sembra siano in evidente contraddizione i due postulati.

l'islam è la religione naturale, cioè tutti (?) nascono musulmani.
i non musulmani sono stati traviati (?) dai genitori (?) a riconoscere la religione...
ponendo ci sia una misconoscenza dell'islam per motivi ad esempio geografici, si può anche non essere apostati.
ma se qualcuno viene a contatto dell'islam e in piena coscienza lo rigetta, dato che islamici si nasce, mi sembra che possa essere definito apostata, a partire da quello che dite voi...

Francesca ha detto...

A cretinella,si capiva che era un copia-incolla no? e poi stai sempre a venire a prendere le difese delle tue sorelle,guarda che la muamera ha dimostrato di saper rispondere da sola.Vuoi fare la star delle corvertite eh cupiello!!!!

Infatti avrei dovuto incollare solo questi 2 che la dicono lunga sul vostro falso profeta.

L'APOSTASIA — cioè il rinnegamento della dottrina cristiana — fu ripetutamente profetizzata dagli apostoli: « Or lo Spirito dice espressamente che negli ultimi tempi alcuni apostateranno dalla fede, dando ascolto a spiriti seduttori e a dottrine di demoni, per l'ipocrisia di uomini bugiardi, marchiati nella propria coscienza, i quali vieteranno di maritarsi e imporranno di astenersi da cibi che Dio ha creato, affinché siano presi con rendimento di grazie da coloro che credono e che hanno co-nosciuto la verità. Infatti tutto ciò che Dio ha creato è buono e nulla è da rigettare, quando è usato con rendimento di grazie, perché è santificato dalla parola di Dio e dalla preghiera» (1 Timoteo 4, 1-5).

Lo stesso Paolo, parlando agli anziani di Efeso, profetizzò tempi difficili per la chiesa svelando chiaramente quali ne sarebbero state le cause: «Io so che dopo la mia partenza, entreranno in mezzo a voi dei lupi rapaci, i quali non risparmieranno il gregge, e che tra voi stessi sorgeranno degli uomini che proporranno cose perverse per trascinarsi dietro i discepoli» (Atti 20, 29-30).

Dei lupi rapaci....già,maometto non risparmió il gregge,e solo con la perversità riuscí a trascinare popoli interi verso la sua falsa religione.

muamera ha detto...

visto che non ti piace come ragioniamoche ci fai qua? vai da un altra parte dove forse ti accettano anche se mi sa che ti hanno bloccata anche i non musulmani a parte vitozzo....

Aisha ha detto...

Salam alle sorelle.

Mhhhh... Riguardo a Timoteo, la domanda mi sorge spontanea: chissà mai perchè, visto la profezia fatta in Timoteo, gli apostoli volevano condannare a morte Paolo di Tarso? Che lo considerassero rinnegatore della religione di Gesù? Apostata o quanto meno rinnovatore? Ai posteri (o ad Augias :D ) l'ardua sentenza...

Poi ebrei e cristiani a loro volta hanno nella Bibbia il divieto di consumare carne di maiale...

E' anche da sottolineare che nessuno dei Profeti, compreso Muhammed, ss, vietarono di sposarsi. Anzi, ognuno di loro si sposò più volte (ricordare Salomone, che ebbe più di 100 mogli...), fu Paolo ad istigare al celibato, differenziandosi totalmente dall'uso degli apostoli di Gesù che appunto volevano fargli fare la fine del sorcio...

Fosse cà fosse Paolo di Tarso uno dei mistificatori profetizzati? Gli apostoli pensavano di sì...

Meditate gente, meditate...

Salam, Aishetta vostra...

Anonimo ha detto...

curioso...
non siete cristiane e pontificate sulla religione cristiana?
ma tanto per sapere, il fatto che maometto abbia deflorato una ragazzina di 12 anni lo basta per qualificare coem pedofilo o no?
caposkaw

Aisha ha detto...

Mhhh... Fammi pensare capo... ccione. NO. Maria Antonietta d'Austria aveva più o meno la stessa erà quando, secoli dopo, si sposò con il re di Francia.

muamera ha detto...

invece che dare adosoo a noi preoccupatevi di sapere ben la vostra di religione...

muamera ha detto...

mi sembra molto evidente che qualcuno non sa leggere, all' inizio del blog c'è un avviso dove si chiede di non far perdere tempo alle persone quindi vediamo di rispettarlo....

Amina ha detto...

Sorella, ma quanti insetti qua dentro: ma non lo spruzzi un pò di insetticida??

Io la star delle convertite?
Ma no, cara la mia esiliata...la star e basta, he he!

Muamera: vai di flit, ce stà un fetore qui...

***AMINA*** (anvedi un pò quante "stars"!)

FabBosko ha detto...

Salaam 'aleikum wa rahmatullahi wa barakatuhu
cara sorella intervengo anche qui per l'ultima volta per consigliarti di non permettere a queste persone che nascondono la Verità a sé stessi e pretenderebbero di nasconderla agli altri di infangare la nostra religione.
Le loro infamie contro il Profeta (pbsl) sono inammissibili, almeno quanto le loro "provocazioni" senza senso.

Dai significati del Corano in italiano, Sura Saff 61:

"6. E quando Gesù figlio di Maria disse: “O Figli di Israele, io sono veramente un Messaggero di Allah a voi [inviato], per confermare la Torâh che mi ha preceduto, e per annunciarvi un Messaggero che verrà dopo di me, il cui nome sarà Ahmad”* . Ma quando questi giunse loro con le prove incontestabili, dissero: “Questa è magia evidente”.

7. Chi è più iniquo di colui che inventa menzogne contro Allah, nonostante venga chiamato all'Islàm? Allah non guida gli ingiusti.

8. Vogliono spegnere la luce di Allah con le loro bocche, ma Allah completerà la Sua luce a dispetto dei miscredenti."